Close

Contemplazione fra i ghiacciai

La forza del silenzio.

Essere contemplativo significa “quieto”, “inoperoso” e “in ammirazione” e descrive uno stato d’animo tranquillo, quasi meditativo. Così la contemplazione sta per momenti di riflessione profonda nel presente.

 

Con·tem·pla·zio·ne

/contemplazione/ sostantivo femminile [la] di origine latina da contemplatio –onis che sta a significare qualcosa come “contemplare intimamente”.

La cappella vicino a Certosa

Alcuni momenti necessitano di ambienti particolari. Non lontana dall’hotel sorge la nostra piccola cappella al centro di una tranquilla radura, un posto ideale per questi momenti. È un luogo silenzioso di meditazione e per toccanti cerimonie. C’é posto per 35 persone: per celebrare feste e matrimoni e per rendere grazie – avvolti dal suono delle campane della certosa.

Il convento dei monaci silenti. Il chiostro. La navata della chiesa. Inserita fra le antiche mura del monastero, con Certosa è nata una località in cui si respira ancora il mantra del silenzio. Un luogo su cui aleggia un alito di eternità.

In centro regna il silenzio

Sostare a Certosa

La via del silenzio. Via Monachorum

Direttamente davanti alla nostra porta di casa a Certosa ha inizio la Via Monachorum. Il percorso tematico é dedicato interamente al “Silentium” ed invita ad immergervisi completamente.

Basta seguire le indicazioni e passeggiare fino a Nostra Signora di Senales e Monte Santa Caterina (Maso “Hof am Wasser”).

Libertà 2845

Combinate la vostra permanenza.

Stare con se stessi nell’assoluto silenzio. Chi guarda molto in alto sente il richiamo della smisurata libertà della montagna. A 2845 metri di quota il nostro rifugio Piccola Dogana apre la porta agli ospiti del nostro hotel. Piccola Dogana by Hotel Rosa d’Oro.